Assicurazione Auto e Moto

L’introduzione della patente a punti ha reso la vita un po’ più difficile ai neopatentati, che subiscono una decurtazione dei punti doppi nei primi tre anni del rilascio. Come se ciò non bastasse, anche le assicurazioni sono più salate: il numero elevato di incidenti del sabato sera con giovani alla guida di auto e moto ha portato a costi maggiori per le assicurazioni di auto e moto per i giovani neopatentati e in una certa fascia d’età.

L’assicurazione auto e moto serve a coprire i danni a terzi provocati dal conducente durante un sinistro. L’assicurazione è obbligatoria per tutti i veicoli circolanti, pena sanzioni severe, ed è una buona idea abbinarla ad un’assicurazione a parte che protegga il conducente, dato che, se durante un sinistro da lui provocato subisce danni, non verrà risarcito. Tale assicurazione viene chiamata "assicurazione kasko" e può essere completa, ossia risarcisce i danni provocati anche da veicoli non identificati, oppure risarcire solo i danni provocati da veicoli identificati, e viene chiamata "minikasko".

Il motivo per cui le assicurazioni sono così salate per i neopatentati è da ricercarsi nel fatto che i giovani vengono considerati più a rischio e che, nel caso di assicurazioni bonus-malus, vengono inseriti in un classe molto bassa che solitamente corrisponde ad un premio più alto. Il funzionamento della bonus-malus è molto semplice: vengono stabilite 18 classi di merito, e il numero di incidenti causati durante l’anno provoca uno spostamento verso una classe migliore (bonus) o peggiore (malus). I neopatentati vengono inseriti in una classe molto bassa, intorno alla 14°, ma possono risalire se non provocano incidenti, riuscendo ad ottenere di pagare un premio più basso se il contratto lo prevede. Esiste anche un altro tipo di assicurazione, quella detta "a franchigia", che si ha quando l’assicurato accetta di pagare per ogni sinistro una parte del danno prefissata dal contratto (la cosiddetta "franchigia"). E’ bene informarsi presso la propria assicurazione per una scelta più oculata della tariffa più conveniente.

Nemmeno le assicurazioni su internet o via telefono rendono la vita più facile ai neopatentati: un’indagine di Adiconsum ha dimostrato come le assicurazioni su internet e via telefono siano effettivamente più convenienti in generale, ma sulle loro tariffe incidono l’età, la città in cui si vive e altri parametri che portano il premio per un neopatentato a lievitare. La spiegazione è da ritrovarsi nel fatto che la competitività di queste agenzie dipende anche dai loro assicurati, e un neopatentato è considerato più a rischio incidenti. Le tariffe diventano quindi salatissime, tanto che un neopatentato può spendere molto meno rivolgendosi a un’agenzia locale piuttosto che ad una online.

Come possono fare quindi i neopatentati a pagare un premio assicurativo più equo? L’ideale è guardarsi intorno e farsi fare numerosi preventivi, leggere attentamente tutte le clausole di contratto e sottoscrivere l’assicurazione più conveniente non tanto dal punto di vista economico, quanto dalla protezione globale che viene offerta in base al premio. Esistono anche alcuni escamotages, come farsi cointestare il veicolo con il padre o la madre e usufruire quindi della loro categoria assicurativa, ma per coloro che vogliono mantenere totalmente l’indipendenza questa soluzione può risultare fastidiosa. L’unica soluzione può essere quella di scegliere attentamente la propria agenzia di assicurazioni, e guidare prudentemente per evitare di causare incidenti. La mancanza di incidenti o comunque il loro numero ridotto provoca nelle assicurazioni bonus-malus un avanzamento di categoria, e quindi teoricamente anche una riduzione del premio assicurativo.

Va ricordato comunque che spesso le compagnie assicurative applicano la tariffa per neopatentati alla fascia d’età giovanile (considerata a rischio), e non solo a coloro che hanno preso la patente da meno di tre anni (ossia non seguono il concetto di "neopatentato" che segue la regolamentazione della patente a punti). Va inoltre ricordato che chiunque entri come nuovo assicurato in una agenzia scegliendo una polizza bonus-malus pagherà un premio più alto (in quanto entra in una categoria più bassa).